“Andiamo al cuore della questione.

Il Potere, la Forza, l’impulso schiacciante al possedere che rende funzionante un Annuncio pubblicitario, proviene dal Mercato stesso e non dal Copy.

Il Copy non può creare il desiderio verso un prodotto.

Può soltanto prendere le speranze, i sogni, le paure e i desideri che già esistono nei cuori di milioni di persone e fare in modo che quei desideri già esistenti vengano convogliati verso un prodotto particolare, focalizzato come un laser.

Questo e’ il compito del Copywriter: non di creare questo desiderio nelle masse, ma di incanalarlo e di dirigerlo.” – Eugene Schwartz

La sfida consiste nel riuscirci senza oltrepassare mai la soglia della credibilità.

E adesso vediamo come si fa.

Continua a leggere

Scommetto che ti sei scottato. E in parte è colpa tua, anche.

C’è una tendenza preoccupante in questo momento, soprattutto con gli ultimi lanci italiani.

Il modello primario è questo:

Traffico -> offerta fantasma -> upsell istantaneo -> atroce supporto clienti, e scadente assistenza per il prodotto.

Decine di persone mi stanno scrivendo in privato in questi giorni lamentandosi perché si sono scottate … e io non voglio che anche tu resti scottato.

Quindi, permettimi di darti alcune buone regole pratiche per investire nel tuo business con prodotti di internet marketing e copywriting. Continua a leggere

Se desideri raddoppiare… anche triplicare … le vendite che fai dai tuoi prodotti, dal tuo marketing e dalle tue salesletter, allora ecco 3 veloci tecniche di copywriting che ti possono mettere subito più soldi in tasca la prima volta che le usi.

La parte migliore? Sono facili da implementare, in più, puoi usarle oggi e vedere i risultati sul tuo conto in banca già da domattina.

Partiamo dal primo…

Continua a leggere

Gary Halbert una volta ha detto:

“Qualsiasi problema può essere risolto da una buona salesletter”

Se desideri creare una salesletter che ti produce conversioni DISUMANE, nel mio processo semplificato sono solo sette le aree critiche che fanno la differenza…

Diventa un maestro in ognuna di queste 7 aree e sarai capace di scrivere copy altamente profittevole ogni volta che ne avrai bisogno.

La parte migliore è che ogni area è relativamente semplice da padroneggiare. Ecco un elenco di queste sette aree (compresi alcuni trucchi per dominarle rapidamente).

1. Offerta

2. Headline

3. Promessa di apertura

4. Credibilità

5. Bullets

6. Scarsità

7. Call to action

Avrai sicuramente notato che ho separato questi 7 blocchi in 2 gruppi.

Il primo gruppo è quello che io definisco ‘zona rossa’. Le prime 3 aree infatti sono talmente critiche e fondamentali per il successo di qualsiasi pezzo di marketing, che è bene concentrare l’80% del tempo e degli sforzi prevalentemente su di esse.

Le restanti 4 aree sono altrettanto importanti, ma poichè dipendono fortemente dalla buona progettazione delle prime 3, se fai un buon lavoro con esse, automaticamente le restanti 4 usciranno fuori da sole e con il minimo margine di errore possibile.

Con questo in mente, diamo uno sguardo dettagliato ad ognuno dei sette blocchi.
Continua a leggere

“Valerio, come fai a far ‘tuonare’ il tuo copy e farlo suonare così credibile? Molte tue salesletter non hanno nemmeno testimonial, come fai?”

Questa è una domanda che mi viene posta di frequente.

Ascolta. Lo sappiamo entrambi.

Senza credibilità il tuo business, prodotto o servizio è già MORTO in partenza.

Perché puoi anche avere una grande headline, un’offerta irresistibile, ed una salesletter con tutti gli elementi persuasivi più incredibili ma…

…se ti manca CREDIBILITA’, non riuscirai mai a convertire un solo visitatore in acquirente.

Quindi la domanda da fare è un’altra:

Come infarcire tutto il tuo copy di grande credibilità fin dall’inizio?

Molti copywriter ti diranno che ti occorrono una tonnellata di testimonial, che devi basare l’intera salesletter e tutto il tuo advertising su questo unico elemento.

Il che è certamente una tra le tante possibilità… ma NON L’UNICA. Senza dubbio non è quella che ti consiglio se parti da zero.

Se sei agli inizi, e non hai un nome riconosciuto, e soprattutto se non hai ancora generato vendite di clienti soddisfatti, sarà molto difficile per te trovare buoni testimonial ‘credibili’.

Fortunatamente, ci sono molti altri modi per creare forte credibilità dentro il tuo copy…. e senza usare testimonial. In questo articolo ti mostrerò i 9 più importanti che io personalmente uso.

Continua a leggere

Quante volte hai visto questa scenetta online?

  • Atto 1 – Il tuo prospect scopre dell’esistenza del tuo prodotto
  • Atto 2 – Egli legge la presentazione e si convince che è davvero quanto gli serve.
  • Atto 3 – Il prospect si trova ad un passo dal cliccare il pulsante di pagamento.

Ma…

…all’ultimo momento…

Atto 4 – … salva nei segnalibri la tua pagina e dice a sè stesso che FORSE tornerà a comprare più tardi, appena è più tranquillo,  ha più tempo e meno cose a cui pensare.

Peccato che più tardi egli non sarà più nella stessa modalità mentale di acquisto!

Infatti, si dimenticherà di te e della tua offerta completamente. Di conseguenza tu avrai perso una vendita e un cliente.

La soluzione?

Creare un senso di urgenza. Ovvero, dare una ragione valida al tuo prospect che lo induca ad ordinare il tuo prodotto o servizio immediatamente.

Ecco allora 7 modi per farlo…

Continua a leggere

In questo breve scritto sto per condividere con te 13 formule (alternative all’ormai obsoleta A.I.D.A) per creare una lettera di vendita ‘macina conversioni’ che funziona OGGI in Italia.

Molti marketer conoscono la formula di copywriting AIDA:

Attenzione, Interesse, Desiderio, Azione

Potremmo definire questa formula uno STANDARD a livello mondiale.

Puoi pensarla come l’equivalente del suonare un pattern blues in 12 battute sulla chitarra. Ogni chitarrista lo conosce.

Quando parliamo di formule di copywriting, AIDA è lo standard, ma non è l’unico esistente.

Ce ne sono molte di più. Vediamole…

Continua a leggere

I leader di ogni nicchia non hanno mai grosse difficoltà a generare ordini e vendite, anche se le condizioni dell’economia sono precarie.

Le persone continueranno a fare business con loro, perché vogliono affidabilità, sicurezza e servizio.

Tutti cerchiamo queste cose non dal primo che capita, ma da coloro che valutiamo nel tempo come i più autorevoli, i più credibili e meritevoli di fiducia.

Ecco la buona notizia.

Non è difficile diventare un leader di una piccola nicchia che attrae i clienti come un magnete, chiunque può riuscirci.

Basta conoscere alcuni specifici segreti..

Continua a leggere

In questo veloce articolo sto per mostrarti 7 tattiche avanzate di marketing per forzare’ i tuoi iscritti ad aprire sempre le tue email (e vendere molta più roba piu’ facilmente).

Perché questo argomento è cruciale?

Perché l’email marketing ‘che vende’ parte sempre dalle buone aperture.

Ricorda questo:

Puoi anche avere un enorme mailing list fatta di milioni di persone, ma se non aprono le tue email non venderai mai niente!

Prima di mostrarti le 7 tattiche voglio condividere con te un’importante lezione strettamente connessa a questo argomento che ho imparato recentemente a mie spese…

Continua a leggere

E’ preoccupante….

“fare business online è troppo rischioso”

Che cos’è una decisione rischiosa nell’Internet marketing?

Per qualcuno può essere il pagare ogni mese l’autoresponder, per altri investire in traffico con l’incertezza di non avere alcun ritorno sull’investimento. Ma per qualcun altro ancora il solo spendere 50 euro all’anno per pagarsi un hosting è troppo…

L’altro giorno ho avuto una breve conversazione con un Internet marketer alle prime armi:

“Ho già il mio prodotto, non guadagno ancora online, ho studiato tanti corsi, ma ancora non ce la faccio…’

Ho subito chiesto: “…hai già acquistato un dominio per rendere il tuo corso VISIBILE al resto dell’Italia?” Questo mi risponde: “Non ancora”. E io: “E quando pensi di farlo?” Risposta: “Sono un deficiente tecnologico, e ho paura”

La paura blocca. Lo so.

Ti blocca in un limbo che è peggio della morte.

Ma uno dei piu’ grandi Copywriter degli ultimi 40 anni una volta ha detto:

“la maggior parte dei business falliscono non perchè non si sappia cosa si deve fare, ma perchè si rimandano in continuazione le cose che sappiamo di dover fare”

Continua a leggere